SALERNO – Crac Cavamarket/HCD, 12 arresti ai domiciliari

Dodici arresti sono stati eseguiti questa mattina dalla Guardia di Finanza di Salerno nell’ambito dell’inchiesta sul Crac del Gruppo “Cavamarket/HDC”, operante nel settore della grande distribuzione alimentare. L’accusa è di bancarotta fraudolenta aggravata dalla rilevante entità del danno patrimoniale che ammonterebbe a oltre 300 milioni di euro. Le misure cautelare agli arresti domiciliari, emesse dal Gip di Salerno, sono state eseguite a carico di Antonio Della Monica, di Raffaele, Salvatore, Marcello, Massimo, Giovanni, Roberto e Vincenzo D’Andrea, di Raffaele Capasso, Marco Senatore, Rosario Caputo e di Catone Castrese. Caputo e Catone, sono rispettivamente, presidente del Consiglio di amministrazione e amministratore delegato della “2C”, che per l’accusa sono entrambi responsabili di aver ricoperto un ruolo di rilievo nella realizzazione del piano criminoso. Punto fondamentale dell’indagine è ritenuta la cessione in fitto, da parte della “GDS”, di otto punti vendita di beni alimentari a favore della “2C”, in prossimità del fallimento.

Lascia un Commento