SALERNO – Congresso Cgil, l’allarme di De Luca sull’infiltrazione della Camorra

“Le uniche risorse a disposizione delle imprese sono quelle della camorra”. La grave e preoccupante affermazione questa mattina è stata fatta dal sindaco di Salerno, Vincenzo De Luca, partecipando all’Assemblea quadri e delegati del Mezzogiorno della Cgil in corso al Grand Hotel Salerno. “E’ impossibile non intervenire. Se non si interviene – ha spiegato De Luca – si avrà una crisi sociale e il corrompimento della vita democratica”.
I Comuni sono sempre più costretti a tagliare in settori centrali come quelli dei trasporti e dei servizi sociali. Il primo cittadino di Salerno ha chiesto, poi, a viva voce, la sburocratizzazione della gestione dei fondi europei ricordando che in Campania sono disponibili 7 miliardi di euro ma sono bloccati.
Il primo cittadino di Salerno si augura che “il piano città non sia un’altra grande falla” e poi ha chiamato in causa le Province e i tagli previsti. “Sulle province – ha detto – si sta solo facendo un grande papocchio. Le Province non sono altro che un bancomat per pagare le clientele politiche”. 

Lascia un Commento