SALERNO – Crack Alvi, nuove misure cautelari

Nuove misure cautelari sono state eseguite oggi nell’ambito dell’inchiesta sul Crack Alvi, condotta dai militari del Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza di Salerno. Eseguite cinque ordinanze di custodia cautelare agli arresti domiciliari, emesse dal G.I.P. del Tribunale di Salerno su richiesta della Procura della Repubblica, a carico di Angelo Villani, delle sorelle Antonia ed Elisa, e di Bartolomeo Pagano. Per loro si tratta della terza misura cautelare a cui vengono sottoposti e, l’ultima accusa è di aver commesso più fatti di bancarotta fraudolenta, aggravata dalla rilevante entità del danno patrimoniale, nell’amministrazione della “Casertana Discount”, società riconducibile all’Alvi S.p.a. Il quinto provvedimento cautelare ai domiciliari riguarda Antonio Della Monica, ex patron di Cavamarket, ritenuto responsabile di aver fornito, con la sua società, un evidente apporto concorsuale nelle operazioni di dissimulazione e svuotamento del patrimonio sociale della “Casertana Discount”, con riferimento al passaggio di sei punti vendita all’AL.PA. Inoltre, per le stesse vicende, Giovannina Villani è stata raggiunta dal provvedimento dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria. L’esecuzione dei provvedimenti odierni si innesta nella complessa vicenda fallimentare originata dal fallimento dell’ALVI, che ha già portato all’esecuzione, nell’ultimo periodo, di provvedimenti restrittivi nei confronti degli stessi soggetti per analoghe fattispecie delittuose commesse nell’amministrazione della “Sannio Discount” e della “Supermercati Calabresi”, società riconducibili al “Gruppo ALVI”.

Lascia un Commento