SALERNO – Cirielli sul giorno del ricordo

Domani, 10 febbraio, è il giorno del ricordo, istituito nel 2004 per commemorare le migliaia di italiani, Istriani, Fiumani e Dalmati, vittime delle foibe e dell’esodo dalle loro terre, durante e subito dopo la seconda guerra mondiale. Per l’occasione il Presidente della Provincia di Salerno, Edmondo Cirielli, ribadisce la necessità di non dimenticare, e di onorare la memoria di questi italiani, “restituendoli alla Storia Patria dopo sessant’anni di colpevole silenzio e di oblio”. “Quello delle foibe – ricorda Cirielli – fu un massacro provocato dall’odio politico-ideologico”. Ad esso si aggiunge l’indifferenza delle istituzioni subita per anni dalle vittime delle foibe e dai loro familiari. Per il Presidente della provincia, le Istituzioni hanno il dovere di conservare la memoria di quei drammatici momenti.

Lascia un Commento