Salerno – Centrale del latte, l’intervento della Cisl

Torna ad esprimere la propria preoccupazione il segretario generale della Cisl-Salerno, Matteo Buono, sulla messa in vendita della Centrale del Latte di Salerno. “La principale preoccupazione della Cisl, come delle altre organizzazioni sindacali, in questa fase – dichiara Buono – è che vengano privilegiate le offerte che contengano quei requisiti che abbiamo sempre richiesto: mantenimento dei livelli occupazionali, investimenti a media e lunga durata, volontà di tenere a Salerno l’attività produttiva”.

Il leader provinciale della Cisl poi richiama l’attenzione sul mancato coinvolgimento dei sindacati da parte dell’amministrazione comunale di Salerno nel procedimento per la privatizzazione della Centrale del Latte garantendo loro la partecipazione alla fase di valutazione delle cinque offerte pervenute a Palazzo di città che confermano quanto sia appetibile una azienda, come quella di via Monticelli. 

Quanto alle iniziative giudiziarie di cui si legge in questi giorni, la Cisl esprime piena fiducia nell’operato della magistratura amministrativa. L’auspicio del segretario Buono è che in tempi rapidi si possa conoscere il giudizio del Tar, onde evitare lungaggini processuali e procedurali che possono ripercuotersi sulla tranquillità dei lavoratori della Centrale.

Lascia un Commento