SALERNO – Caso Ruby, corteo di donne in centro poi flash mob

Erano 3mila, secondo gli organizzatori, le persone che ieri hanno manifestato anche a Salerno “per la dignità della donna”, con la partecipazione della Cgil, del Pd, dell’Udi e di altre organizzazioni femministe del “Coordinamento donne Salerno”. Un corteo, partito da Piazza Ferrovia, è giunto fino a Piazza Portanova dove si è concluso con un flash mob. “Il nostro impegno – ha detto Mimma Virtuoso, del Coordinamento – non si fermerà qui. Nessuna bandiera, ma solo la voglia comune di esprime il disappunto per quello che sta capitando nel nostro Paese”. In prima fila tra i manifestanti Bruno Troffa con un fotomontaggio che ritraeva il premier Berlusconi arrestato dalla polizia e la scritta "I have a dream". Con i manifestanti anche dei bambini, perché – dice qualcuno – “è giusto che sin da piccoli capiscano cosa significhi dover lottare per i propri diritti e la propria dignità”. “A noi non interessa – ha detto Pina Mossuto dell’associazione ‘SpazioDonna’ – che cosa fa Berlusconi nelle sue camere da letto. Non siamo così moraliste. Semplicemente non vogliamo quelle donne né alla Regione, né al Parlamento”.

Lascia un Commento