SALERNO – Caso Claps. Restivo condannato a 30 anni

Trent’anni di reclusione: è la pena inflitta a Danilo Restivo dal gup del Tribunale di Salerno Elisabetta Boccassini per l’omicidio della studentessa Elisa Claps, compiuto il 12 settembre 1993 a Potenza. L’imputato è stato giudicato con rito abbreviato e la pena è quella che era stata chiesta dai pubblici ministeri di Salerno, Volpe e D’Alessio, il massimo possibile in questo caso. “La verità è venuta fuori, finalmente è stata fatta giustizia”. E’ stato il primo commento di Filomena Iemma, la mamma di Elisa Claps, al termine della sentenza di condanna di Restivo. Filomena ha sottolineato che questi per lei sono stati dei giorni molto difficili e duri perché ha dovuto ripercorrere tutti i 18 anni della dolorosa vicenda. “Cara sorellina, ce l’abbiamo fatta”, ha commentato Gildo Claps, subito dopo la sentenza. “E’ stata fatta giustizia nei limiti che una sentenza può fare per un fatto così grave”: sono state queste le prime parole pronunciate dal pm, Rosa Volpe, che insieme al pm Luigi D’Alessio ha sostenuto l’accusa nel processo per l’omicidio Claps.

Lascia un Commento