SALERNO – Caso Claps, probabile slittamento del deposito della superperizia del DNA

Atteso per questa settimana, potrebbe invece essere rinviato di alcuni giorni il deposito della superperizia genetico-forense disposta dalla magistratura di Salerno nell’inchiesta sull’omicidio di Elisa Claps, che ha permesso di isolare il Dna del presunto assassino, Danilo Restivo, sulla maglia indossata dalla ragazza potentina, uccisa nel settembre del 93. Lo slittamento sarebbe legato allo svolgimento di indagini genetiche su capelli e formazioni pilifere, alcuni recuperati nel sottotetto della Chiesa della Trinità di Potenza, dove un anno fa è stato ritrovato il cadavere di Elisa Claps; altri recuperati nelle mani della vittima dall’anatomo-patologa Cristiana Cattaneo, durante un accertamento peritale. L’indagine sul Dna è stata affidata l’8 ottobre dello scorso anno dal gip di Salerno Attilio Franco Orio a due ufficiali dei carabinieri del Ris, i quali, secondo quanto è trapelato nei giorni scorsi, sono riusciti ad estrarre il Dna di Danilo Restivo da residui di tracce ematiche isolate sulla maglia di Elisa Claps.

Lascia un Commento