SALERNO – Caso Claps, Pm chiede incidente probatorio bis

Un nuovo colpo di scena nell’inchiesta giudiziaria sull’omicidio della studentessa potentina Elisa Claps. I pubblici ministeri della Procura di Salerno hanno chiesto al giudice delle indagini preliminari un nuovo incidente probatorio. Si tratta di una richiesta di approfondimenti sugli esami del Dna già eseguiti dal professor Vincenzo Pascali e depositati nell’ufficio del gip nello scorso mese di luglio. Il Procuratore generale di Salerno Lucio Di Pietro ha detto che è necessario andare più a fondo. La nuova richiesta dei pm è arrivata a pochi giorni dall’11 ottobre, data entro cui i periti dovranno depositare le consulenze disposte nell’ambito del primo incidente probatorio. Tra i numerosi reperti sequestrati nel sottotetto della Chiesa della Santissima Trinità di Potenza, dove a marzo è stato trovato il cadavere di Elisa, non è stata trovata traccia del profilo genetico di Danilo Restivo, l’unico indagato per il delitto, ma soltanto il Dna maschile di altre due persone. Durante gli accertamenti, il professor Pascali ha, inoltre, rilevato in altri reperti minime tracce di Dna, ma completamente degradato e non analizzabile.

Lascia un Commento