SALERNO – Caso Claps, oggi la prima udienza dell’incidente probatorio

Al Tribunale di Salerno, oggi, la prima delle 4 udienze dell’incidente probatorio sul caso di Elisa Claps, la ragazza uccisa il 12 settembre 1993, quando aveva 16 anni, i cui resti furono trovati nel marzo dello scorso anno nel sottotetto della chiesa della SS. Trinità di Potenza. Davanti al gip Attilio Franco Orio, sono attesi nelle prime tre sedute, i 7 periti che hanno ricevuto l’incarico di analizzare migliaia di reperti rinvenuti sul luogo del delitto. Questa mattina, tocca ad Alessandro Travaglini e a Eva Sacchi. Il 20 sono attesi Cristina Cattaneo e Giorgio Portera; il 26 aprile Vincenzo Pascali, il tenente colonnello del Ris di Parma Giampietro Lago e il maggiore del Ris di Roma Andrea Berti. Ci si avvicina, così, alla fine delle indagini preliminari: una lunga fase, in cui i colpi di scena non sono mancati. Innanzitutto il Dna di Danilo Restivo: la vera svolta, nelle indagini sul caso Claps, è arrivata soltanto pochi giorni fa. Con la rivelazione che il profilo genetico di una macchia ematica sulla maglia di Elisa, analizzata dal Ris di Parma e di Roma, è compatibile con quello di Danilo Restivo già agli arresti in Inghilterra per l’omicidio di Heather Barnett. Il sangue di Elisa e la saliva di Danilo Restivo sono "frammisti" sull’indumento.

Lascia un Commento