SALERNO – Caso Claps, chiuse le indagini. Restivo unico indagato

La Procura di Salerno ha chiuso le indagini sull’omicidio di Elisa Claps, la studentessa potentina, di 16 anni, scomparsa il 12 settembre 1993, il cui corpo è stato ritrovato nel sottotetto della chiesa della Santissima Trinità di Potenza il 17 marzo dello scorso anno.
Per la Procura l’unico indagato, di omicidio volontario pluriaggravato, resta Danilo Restivo, 39 anni di Potenza, da alcuni anni trasferitosi in Inghilterra.
Nell’avviso di conclusioni delle indagini, notificato, come riportato da alcuni organi di stampa locali, ai legali di Restivo, gli avvocati Mario e Stefania Marinelli, la Procura sostiene che Elisa è stata uccisa il giorno stesso della scomparsa.
Dopo un tentativo di approccio sessuale, Restivo, dice la Procura di Salerno, ha ucciso Elisa nel sottotetto della chiesa di Potenza. Un omicidio, quello della Claps, che la Procura descrive in 76 faldoni che sono stati messi a disposizione sia del legale di Restivo che dell’avvocato della famiglia Claps, Giuliana Scarpetta.

Lascia un Commento