SALERNO – Caso Calps, il legale chiede un nuovo prelievo di dna su Restivo

Il legale della famiglia Claps chiede un nuovo prelievo del Dna di Danilo Restivo, l’uomo accusato dell’omicidio di Elisa avvenuto a Potenza nel 1993. La richiesta è stata fatta dall’avvocato Giuliana Scarpetta, a margine dell’avvio del nuovo incidente probatorio disposto dalla procura di Salerno. “L’unica certezza della perizia di Vincenzo Pascali – afferma Scarpetta – è che gli oggetti analizzati non erano in uso a Danilo Restivo”. Scarpetta questa mattina è arrivata negli uffici giudiziari di Salerno, dove verrà conferito un nuovo incarico al comandante del Ris di Parma, Giampietro Lago, per integrare la perizia di Vincenzo Pascali proprio sui rilievi del Dna. La consulenza di Pascali è stata ritenuta insufficiente dalla procura, che ha richiesto e ottenuto dal Gip un nuovo incidente probatorio.

Lascia un Commento