SALERNO – Camera di Commercio, la crisi non blocca la voglia d’impresa

La crisi non spegne la voglia di fare impresa in provincia di Salerno. Il 2012 si è chiuso in positivo con +325 imprese rispetto al 2011. Sono nate 8.234 imprese contro le 7.909 che hanno cessato l’attività. La dinamica imprenditoriale registra un +0,27% comunque inferiore al dato regionale campano dello 0,93% e nazionale dello 0,31%. I dati sono stati forniti ieri dall’Osservatorio Economico Provinciale della Camera di Commercio di Salerno spiegando che a determinare tale andamento è stata da un lato la ridotta dinamica delle aperture e dall’altro il consistente aumento delle chiusure, oltre 800 in più rispetto al 2011.

Va rilevato che a queste cessazioni si sono aggiunte anche 1.060 cancellazioni d’ufficio disposte dalla Camera di Commercio di Salerno. Il calo di iscrizioni di nuove imprese si è verificato nelle imprese individuali (-1,42%). Risulta invece confermata la crescita delle società di capitale, che sono 1.031 in più, con una percentuale del +4,84%, superiore anche a quella del 2011. L’andamento negativo poi riguarda il settore agricolo con un -4,8% e la manifattura, -0,2%. Prosegue l’ampliamento della base imprenditoriale salernitana per il settore dei servizi.

Lascia un Commento