Salerno, in calo il numero delle morti bianche nei primi mesi del 2018

 

Morti sul lavoro in provincia di Salerno, dati in calo nel primo trimestre del 2018 rispetto allo stesso periodo di un anno: solo un decesso rispetto ai 15 del 2017.

Lo annunciano Gerardo Ceres e Pietro Antonacchio della Cisl provinciale. Sul fronte dei numeri, a livello nazionale nel primo trimestre 2018 sono già stati 154 i morti sul lavoro, in aumento rispetto allo stesso periodo 2017. A Salerno e provincia il dato è in controtendenza. Nel primo trimestre di quest’anno c’è stato un solo morto rispetto ai 15 del 2016 e ai 13 del 2017.

Secondo la Cisl provinciale, dunque la ragione di tale andamento è da ricercarsi nella volontà di adeguare gli organici attuata dal manager dell’Asl Salerno, Antonio Giordano, che ha provveduto ad attivare una mobilità per poter aumentare i controlli. per il sindacato però i tecnici della prevenzione nell’ambiente e nei luoghi di lavoro sono sottostimati rispetto al reale fabbisogno. Al momento gli operatori sono 58 ma ne occorrono 150.

Lascia un Commento