Salerno: Cala il numero di imprese attive, meno 600 nel primo trimestre

E’ negativo il saldo fra imprese nate e quelle cessate nei primi tre mesi del 2014 in provincia di Salerno. Cala infatti di 618 il numero di imprese, risultato della differenza fra le oltre 3.000 imprese che hanno cessato l’attività e le circa 2.500 che sono nate nel primo trimestre dell’anno in corso. Il dato è stato reso noto dalla Camera di commercio di Salerno diffondendo quelli più complessivi sulla dinamica imprenditoriale del Centro Studi Unioncamere. A fine marzo il numero delle imprese complessivamente esistenti a Salerno e provincia si attestava a meno di 120mila unità.

Dall’Ente camerale di Salerno fanno notare che il primo trimestre dell’anno tradizionalmente fa segnare un bilancio negativo in quanto riflette l’accumularsi di cessazioni riferite in realtà agli ultimi giorni dell’anno precedente, ma rilevate nel registro camerale nel bilancio del primo trimestre dell’anno successivo.

Il trend storico del tasso di crescita delle imprese provinciali vede il valore di questo trimestre uguagliare il dato registrato nello stesso periodo del 2007, ma è il doppio in termini percentuali, 0.50%, rispetto al 2011.

La dinamica evidenzia l’andamento positivo delle società di capitale che registrano un tasso di crescita dell’1,5%. Risultato negativo invece per le imprese individuali il cui numero diminuisce di circa l’1,4%. Per quel che riguarda i settori di attività economica, si registra una lieve perdita nella variazione di stock delle imprese commerciali. Dati negativi per le imprese agricole che perdono un ulteriore 3% e per il comparto delle costruzioni. In ripresa le attività dei servizi di alloggio e ristorazione.

Lascia un Commento