SALERNO – Bilancio delle attività svolte dalla Dia

Beni confiscati per oltre 7 milioni di euro, 12 persone arrestate, 80 denunciate, 84 cantieri edili controllati, 7 società interdette per infiltrazione mafiosa. E’ questo il bilancio delle attività svolte dalla Direzione Investigativa Antimafia di Salerno nel 2012, illustrato stamani dal responsabile della sezione salernitana, il tenente colonnello Francesco Saponaro, che ha sottolineato come resta alta l’attenzione sui piccoli cantieri, ancora aperti nel tratto salernitano del macrolotto dell’autostrada A3, la Salerno-Reggio Calabria, ma anche in merito agli appalti pubblici nel capoluogo. Dal prossimo 13 febbraio con l’entrata in vigore del nuovo codice delle leggi antimafia entrerà in funzione anche la nuova Banca dati che consentirà agli investigatori della DIA di acquisire notizie su ditte e società appaltanti in tempo reale.

Lascia un Commento