SALERNO – Beni sequestrati ad un imprenditore vicino alla camorra

Beni mobili ed immobili, costituiti da appartamenti, terreni, automobili, società ed altro, per un valore di circa 17 milioni di euro sono stati sottoposti a sequestro preventivo dal G.I.C.O del Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza di Salerno che ha eseguito il provvedimento emesso dal Tribunale del capoluogo su richiesta della locale Procura della Repubblica. I beni, secondo gli inquirenti, sono riconducibili ad Antonio Campione, noto imprenditore di Battipaglia, già sottoposto ed analoghi provvedimenti di sequestro, per un valore di 43 milioni, tra il 2007 ed il 2008, nell’ambito del processo “California”. Il nuovo provvedimento trae origine, invece, da un’ulteriore ed autonoma attività investigativa delle Fiamme Gialle, coordinate dalla Procura di Salerno, in base alla quale sarebbe stato accertato che Campione, una volta venuto a conoscenza, per motivi procedurali, delle indagini che si stavano svolgendo sul proprio conto, avrebbe in modo fittizio intestato ai propri diretti congiunti e a terze persone formalmente estranee ai fatti al lui contestati immobili, quote societarie ed aziende allo scopo di evitare ulteriori aggressioni sul fronte patrimoniale.

Lascia un Commento