SALERNO – Azienda nei guai per i lavori nell’area archeologica di Pompei

La legale rappresentante di un’azienda salernitana, la Caccavo Srl è stata raggiunta oggi da un’ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari nell’ambito delle indagini della Guardia di Finanza di Napoli sui lavori eseguiti all’interno dell’area archeologica di Pompei nel periodo di "gestione commissariale". Le accuse sono di concorso in abuso di ufficio, corruzione di persona incaricata di un pubblico servizio, frode nelle pubbliche forniture e truffa ai danni dello Stato. Insieme alla manager salernitani sono agli arresti anche altre 4 persone. Sono state eseguite anche tre misure cautelari del divieto di esercitare l’attività professionale nei confronti di tre ingegneri, accusati di atti contrari ai doveri d’ufficio e truffa ai danni dello Stato e una sanzione interdittiva del divieto di contrattare con la pubblica amministrazione nei confronti della stessa società. Contestualmente sono stati sequestrati beni anche beni per 810 mila euro circa

Lascia un Commento