Salerno, avvocati contro il frazionamento dei trasferimenti alla Cittadella


Il Consiglio dell’Ordine degli Avvocati ha scelto la strada formale per manifestare il dissenso in merito alle decisioni sui trasferimenti in corso delle sezioni alla Cittadella Giudiziaria e alla sicurezza dei luoghi.

L’Ordine ha approvato un’apposita delibera con la quale si chiede al Presidente della Corte d’Appello di Salerno, al Presidente del Tribunale di Salerno, al Presidente della Sezione Lavoro del Tribunale di Salerno nonchè al Dirigente di Cancelleria del Tribunale di Salerno di dare priorità al trasferimento dei vertici della struttura del Palazzo di Giustizia in uno degli uffici che oggi vi sono destinati; che il trasferimento dell’intero settore Civile possa avvenire con una tempistica certa e con le modalità che erano state preventivamente concordate e comunicate, ed inoltre che per il solo trasferimento della 3^ Sezione Civile ci sia una variazione tabellare in grado di consentire la tenuta delle udienze nei due plessi in giorni diversi e, comunque, con orari prefissati.

Altro capitolo su cui il Consiglio ha voluto mettere nero su bianco è quello relativo al trasferimento, tra maggio e giugno, della Sezione Lavoro ritenuto “improvvisato e non motivato”. A ciò si aggiungono, inoltre, le perplessità in merito all’organizzazione frazionata del trasferimento con tanto di disagio per gli avvocati nel districarsi tra accavallamenti di udienze e il raggiungimento delle aule poste in luoghi distanti tra loro. La proposta avanzata è quella di un trasferimento che tenga conto delle esigenze dell’avvocatura, che sia di concerto con gli altri uffici del Tribunale ed al tempo stesso tuteli l’esercizio della funzione.

In merito alla nuova struttura, inoltre, il Consiglio ha sollevato dei dubbi in merito alle misure di sicurezza: dalla presenza di uffici sottodimensionati per il numero delle persone che dovrebbero ospitare ad altri, invece, iper dimensionati.

Lascia un Commento