Salerno: Autorita’ portuale, fronte compatto del no all’accorpamento con Napoli

La comunità portuale di Salerno dice un "no fermo ed assoluto" in merito alla riforma che prevede l'abolizione della Autorità Portuale di Salerno e l'accorpamento alla Authority di Napoli.
Nella sede di Confindustria Salerno è stato presentato stamani il documento inviato al ministro Lupi in relazione proprio alla recente proposta di riforma della portualità ed è stato ribadito che tale riforma rappresenterebbe "un danno immotivato ed irreparabile per il porto di Salerno.

Contrari anche i sindacati. Per il responsabile del settore marittimo della Cgil, Ceschini, "accorpare le Autorità Portuali di Napoli e Salerno, non favorisce competitività e sviluppo", anzi sarebbe necessario, piuttosto, focalizzare l’attenzione su quei fattori che rappresentano un vero e proprio valore aggiunto a sostegno dello sviluppo dei porti e della logistica come la velocizzazione delle procedure per la realizzazione degli adeguamenti infrastutturali e per lo sdoganamento delle merci, nonché sull’effettiva realizzazione di un regime di autonomia finanziaria delle autorità portuali

Lascia un Commento