SALERNO – Assistenza domiciliare, l’Asl cerca di scongiurare l’interruzione e apre inchiesta

Potrebbe essere scongiurata dall’Asl Salerno la sospensione dell’assistenza domiciliare integrata fornita dall’Agenzia interinale Trankewalder. La Direzione Generale dell’Azienda sanitaria precisa che il servizio in questione è stato prorogato, a favore della società in questione, da parte della precedente gestione Commissariale fino al prossimo 31 dicembre.

In una telefonata con i risposabili della Trankewalder, la Direzione Generale ha ricordato ai dirigenti della società di lavoro interinale che, fermo restando le obbligazioni in capo all’ASL, trattandosi di un servizio di estrema importanza la sua interruzione non era assolutamente ipotizzabile. Qualora l’interruzione dovesse effettivamente concretizzarsi, la Direzione Generale Aziendale lo considererà come interruzione “di pubblico servizio” e procederà con le opportune segnalazioni alle autorità competenti e ad adottare i conseguenti provvedimenti amministrativi.

Inoltre, al fine di tutelare i pazienti, la Direzione Strategica si  attiverà da subito per limitare al minimo i disagi agli utenti. L’Asl ha inoltre disposto un immediato accertamento interno presso i servizi competenti per verificare eventuali omissioni legate alla mancata liquidazione delle somme da corrispondere per le prestazioni rese nel corso del 2012, che dalle prime informazioni ammonterebbero a circa 700mila euro.

Se a seguito dei dovuti accertamenti, si riscontrerà l’omissione “dolosa” da parte di qualche dirigente, il direttore generale Antonio Squillante  ha annunciato che saranno assunti esemplari provvedimenti allo scopo di tutelare l’interesse pubblico.

Lascia un Commento