SALERNO – Asl: scontro Pd-Pdl su nomine Squillante

Le nomine del manager dell’Asl di Salerno, Antonio Squillante, all’interno del suo staff provocano l’ennesima polemica a distanza tra il segretario provinciale del Pd, Nicola Landolfi, e il coordinatore del Pdl, Antonio Mauro Russo. Restiamo basiti, sconcertati, – scrive Landolfi – dalla logica predatoria e clientelare che vede in queste ore l’Asl di Salerno espropriata delle proprie funzioni pubbliche e delle proprie prerogative di legge. Assessori provinciali esclusi dalla giunta, durante il turn over, chiamati a ricoprire incarichi pubblici che, ai sensi dell’articolo 97 della Costituzione, dovrebbero spettare personalità e professionalità al di sopra delle parti. Si tratta – conclude – di collocazioni palesemente illegittime rispetto a posizioni di potere che rendono l’Asl più grande della Campania un vero e proprio mercato». «Landolfi – replica Russo – dimentica chi ha gestito la sanità in Campania negli ultimi venti anni. Per opportunità politica – continua- farebbe meglio a tacere sull’argomento. Altrimenti, gli si potrebbe obiettare che uomini del suo partito hanno determinato lo sfascio del servizio sanitario in Campania».

Lascia un Commento