Salerno – Ascoltato Mecacci sul falso tesseramento PD

Il coordinatore nazionale del comitato Pro Cuperlo, Patrizio Mecacci, (nella foto) è stato ascoltato questa mattina dalla Procura della Repubblica di Salerno che ha aperto un fascicolo sui tesseramenti del Pd. L’indagine, affidata al sostituto procuratore della DDA, Vincenzo Montemurro, mira a fare chiarezza su numerose tessere in bianco, pare diverse centinaia, che sarebbero state consegnate al magistrato salernitano.
Le tessere, tutte numerate secondo un ordine regolare, sono tutte firmate dall’ex segretario nazionale Pier Luigi Bersani. Nei prossimi giorni gli inquirenti si recheranno a Roma proprio per ascoltare anche l’ex segretario nazionale del partito. Mecacci, al momento dell’arrivo in Procura, non ha voluto rilasciare dichiarazioni, oltrepassando in velocità i giornalisti che lo attendevano. Nei giorni scorsi Mecacci, ma lo stesso Cuperlo, avevano parlato di "una situazione preoccupante a Salerno" denunciando "situazioni fuori da ogni controllo democratico".

Aggiornamento delle ore 17:30

 

Sarà ascoltato anche l’ex segretario nazionale del Pd, Pierluigi Bersani, dal Pubblico ministero di Salerno, Vincenzo Muntemurro, nell’ambito dell’inchiesta sul tesseramento nel Partito Democratico Salernitano. Nei prossimi giorni il magistrato della Dda di Salerno dovrebbe recarsi a Roma, per ascoltare i membri della commissione di garanzia del Pd che hanno ricevuto i ricorsi presentati dai dirigenti locali. L’inchiesta della procura salernitana nascerebbe però da un altro filone, che un mese fa ha portato ad alcune perquisizioni nell’Agro sarnese-nocerino. Per far luce su tutta la vicenda il sostituto procuratore Montemurro ha già convocato per lunedì prossimo il deputato salernitano Simone Valiante.

Lascia un Commento