Salerno: Angellara Home, la Finanza notifica inviti a dedurre. Tra i destinatari Pierro

L’ex arcivescovo di Salerno, monsignor Gerardo Pierro, e altre tre persone, tutti coinvolti nei fatti legati alla distrazione di fondi per la ristrutturazione della “Colonia San Giuseppe”, di Salerno, hanno ricevuto l’invito a dedurre dalla Guardia di Finanza di Salerno, su delega della Procura Regionale presso la Sezione Giurisdizionale per la Campania della Corte dei Conti.

Le ipotesi di danno erariale contestate a monsignor Pierro, all’amministratore unico dell’associazione “Villaggio San Giuseppe”, al presidente del Consiglio di amministrazione della stessa associazione e al progettista e direttore dei lavori, traggono origine dalle indagini della Procura contabile concernenti l’illecita distrazione dei finanziamenti pubblici, ottenuti dalla Diocesi di Salerno per la ristrutturazione – con mantenimento della destinazione d’uso – del complesso denominato “Colonia San Giuseppe”, in località San Leonardo del Comune di Salerno. Agli indagati si contesta un danno patrimoniale, cagionato alla Regione Campania, per circa 2 milioni e mezzo di euro. Il finanziamento Regionale, rientrante nel Protocollo Aggiuntivo all’Accordo di Programma Quadro “Infrastrutture per sistemi urbani”, stipulato nel 2001 tra la Regione Campania e l’allora Ministero del Tesoro, prevedeva, la possibilità di concedere finanziamenti per la ristrutturazione di opere, anche ricettive, a servizio della collettività e, comunque, con destinazione pubblico-sociale.

I lavori eseguiti, invece, stando alle indagini, oltre ad essere del tutto difformi rispetto alle previsioni del progetto iniziale, hanno portato alla realizzazione di una vera e propria struttura turistico-alberghiera con finalità esclusivamente privata.

Lascia un Commento