Salerno: Ambiente urbano, Salerno ai primi posti per sforamenti polveri sottili

Salerno è fra le 10 città italiane, capoluoghi di provincia, con i maggiori sforamenti dei livelli di polveri sottili. Nella classifica della qualità dell’ambiente urbano stilata dall’Istat, Salerno è al quinto posto con 90 sforamenti nel corso del 2013. Al primo posto c’è Torino, con 126 sforamenti, seguita da Napoli (120), Frosinone (112), Alessandria quarta con 92 sforamenti. La classifica vede dopo Salerno, al sesto posto Vercelli (86), a seguire Brescia (83), Milano (81), Parma (80), Asti e Verona (79).
La nota positiva è che nel complesso l’aria che si respira nelle città italiane sta migliorando, anche grazie a iniziative come bike e car sharing, cioè le bici e le auto ad utilizzo condiviso.
Dal rapporto dell'Istat sulla qualità dell'ambiente urbano, si registra anche un calo per il trasporto pubblico, che è sempre meno visto come alternativa sostenibile all'auto, ma si riducono anche i tassi di motorizzazione nei capoluoghi di provincia. Continuano a crescere le quote di autovetture euro 4 o superiori e motocicli euro 3 che rappresentano rispettivamente il 53 e il 38% circa del parco circolante nei capoluoghi.

A Sud però solo il 42% delle auto è in classe euro 4 o superiore, e questo si riflette ad esempio in un peggioramento dell'aria in Campania, dove i capoluoghi che superano i limiti sono passati in un anno da 2 a 4, con l’esclusione della città di Benevento.

Lascia un Commento