SALERNO – Amato, consegnate le chiavi del pastificio all’imprenditore Di Martino

Si apre un nuovo capitolo per lo storico Pastificio Amato di Salerno. Questa mattina sono state consegnate dal curatore fallimentare del pastificio, l’avvocato Amendola, le chiavi dello stabilimento al neo affittuario, l’imprenditore gragnanese Di Martino. Contemporaneamente, sempre questa mattina asono cominciati anche i colloqui di lavoro per 15 degli ex dipendenti, tutti appartenenti al settore del confezionamento e dei carrellisti. Di Martino ha deciso di ascoltare personalmente i 119 lavoratori del pastificio prima di decidere chi, il prossimo 11 giugno, dovrà rimettersi al lavoro per occuparsi della fase della pulizia e manutenzione del mulino in attesa della riapertura ufficiale delle linee di produzione. In 19 saranno occupati in questa prima fase. In base ad una prima idea di piano di rilancio, la pasta Amato, nota in tutto il mondo dovrebbe tornare in commercio a fine luglio. Per quella data, Di Martino, ha promesso di aprire i cancelli della fabbrica a tutta la città. Intanto avrebbe già annunciato l’intenzione di chiudere ad agosto gli altri stabilimenti del gruppo, a Gragnano e Capua, per manutenzione e affidare la produzione al solo stabilimento di Salerno. Un atto di fiducia che è stato molto apprezzato dai lavoratori

Lascia un Commento