Salerno – Ai domiciliari i sindacalisti arrestati per estorsione

Il Giudice per le indagini preliminari di Salerno ha concesso il beneficio degli arresti domiciliari ai tre sindacalisti arrestati nei giorni scorsi con l’accusa di estorsione nei confronti di un imprenditore. I tre indagati nel corso dell’interrogatorio di garanzia avrebbero confessato di aver preso i soldi dal titolare della Etitalia di Buccino in cambio dell’impegno a mantenere calmi i lavoratori evitando proteste e scioperi.

Il Gip Donatella Mancini ha raccolto le dichiarazioni dei sindacalisti convalidando il fermo di Pasquale Tortora, della Uilcom. Gli altri due, Mario Ronca della SLC-Cgil e Antonio Masi della Uilcom, invece erano stati arrestati in flagranza

in un’area di servizio di Salerno mentre ritiravano una somma di denaro dall’imprenditore vittima che però all’ultima richiesta di denaro ha deciso di denunciare i fatti ai carabinieri i quali si erano presentati all’appuntamento attendendo il momento giusto per intervenire. 

Lascia un Commento