SALERNO – Aggressione Russo. Le dichiarazioni di Cirielli e Savastano

“Una vile aggressione con modalità camorristiche”, così il presidente della Provincia di Salerno, Edmondo Cirielli, commenta quanto accaduto stamani all’assessore provinciale e coordinatore provinciale del PdL, Antonio Mauro Russo, che sarebbe stato aggredito dall’assessore comunale e consigliere provinciale Giovanni Savastano. Cirielli esprime piena solidarietà politica e umana a Russo per aver subito, afferma il presidente, un gesto inqualificabile, oltre che incomprensibile e ingiustificabile. “Non è la prima volta – aggiunge Cirielli – che si verificano a Salerno episodi di violenza con protagonisti esponenti del Pd”. Il presidente della Provincia ricorda l’aggressione subita dalla candidata alle regionali Antonella Buono e la rissa al congresso giovanile del Pd. Cirielli fa sapere che sta valutando con gli Uffici ogni misura giuridica per tutelare la Provincia a seguito di questa vergognosa vicenda. Auspica poi che il Consiglio provinciale condanni tale gesto delinquenziale e che il sindaco di Salerno prenda adeguati provvedimenti nei confronti del suo assessore.

E in una nota l’assessore comunale Nino Savastano afferma che questa mattina mentre stava aiutando alcuni militanti del Partito Democratico ad affiggere manifesti del partito in Via Roma sarebbe stato più volte oggetto di provocazioni da parte dell’assessore provinciale Antonio Mauro Russo che lo avrebbe fotografato e ripreso con il suo telefonino. Ne è nato un diverbio nel corso del quale, Savastano avrebbe cercato di far capire a Russo che si stava occupando semplicemente dell’affissione di manifesti del PD e non di altri Enti istituzionali. “Dopo reiterati insulti e provocazioni di vario genere, si è giunti ad un accenno di colluttazione di cui naturalmente mi dolgo, anche se più volte provocato ed offeso”, queste le parole di Savastano che diffida chiunque a veicolare ricostruzioni dell’episodio lesive della sua dignità personale e annunciando di adire alle vie legali verso chiunque lo diffamerà o calunnierà.

Lascia un Commento