SALERNO – Acque reflue. Cisl, a rischio stagione turistica in Costiera

La situazione delle acque reflue mette a rischio la stagione turistica in buona parte della Costiera amalfitana e di Salerno. La denuncia arriva dal segretario generale della Cisl salernitana, Matteo Buono, che ha inviato una lettera all’assessore provinciale all’Ambiente, Adriano Bellacosa, ai sindaci di Vietri sul Mare, Cetara e Cava de’ Tirreni, ai presidenti dell’Ato 4 e dell’Ausino e ai liquidatori del Siis. Nella missiva Buono ricorda che nello scorso mese di novembre era stato preso, da parte dei soggetti coinvolti, l’impegno alla messa in funzione dell’impianto di collettamento e di depurazione delle acque reflue dei comuni di Vietri sul Mare e, in parte, di Cava de’ Tirreni, attraverso il collegamento con l’impianto di depurazione di Salerno. Il sindaco però evidenzia che nonostante i provvedimenti assunti dall’assessore regionale all’Ambiente, Giovanni Romano, che aveva annunciato lo stanziamento di importanti fondi per il miglioramento delle qualità delle acque del mare della provincia di Salerno, le acque reflue di Vietri su Mare e di una parte del Comune di Cava de’ Tirreni sversano ancora a poca distanza dalla marina. Dopo aver ricordato che il primo e il secondo tratto di spiaggia della Marina di Vietri sul Mare sono state classificate come non balneabili, così come quelle Cetara, Buono chiede a Bellacosa, di convocare, ad horas, i rappresentanti di tutti gli Enti coinvolti perché si assumano gli atti necessari prima dell’inizio della stagione balneare.

Lascia un Commento