Salerno: 50 intellettuali contro il Crescent

Cinquanta personalità del mondo dell'architettura, dell'accademia, della cultura e del giornalismo italiano contro il Crescent in corso di ultimazione a Salerno. Personalità come Salvatore Settis, Paolo Maddalena, Tommaso Montanari, Andrea Purgatori e altri hanno firmato un appello al ministro dei Beni Culturali Dario Franceschini “a difesa del paesaggio della città di Salerno che è stato messo in pericolo – come scritto nell’appello – dalla realizzazione del Crescent, condominio privato in fase di realizzazione sulla spiaggia storica del capoluogo, sequestrato dalla magistratura, alto circa 30 metri e lungo circa 300”. I firmatari, tra cui Italia Nostra e i Figli delle Chiancarelle, oltre alla ricostruzione di tutta la vicenda relativa al Crescent, chiedono al ministro Franceschini di monitorare l'iter amministrativo conseguente alla pronuncia del Consiglio di Stato, che a dicembre 2013 aveva annullato le autorizzazioni paesaggistiche, al fine di assicurarne la compiuta ottemperanza e, con essa, il ripristino delle elementari condizioni di tutela dell'importante area vincolata". Il ministero, attraverso la Soprintendenza, è oggi chiamato ad esprimersi sulla compatibilità dell'intervento edificatorio.

Lascia un Commento