Salerno, 12 anni dalla scomparsa di Enza Basso Memoli e di Sonu

Il 12 luglio del 2007, Enza Basso Memoli la 77enne madre di Salvatore, attuale presidente dell’Associazione Italia-Tunisia per lo Sviluppo Sociale ed Economico, e il suo domestico indiano di 22 anni, Sonu, sparirono letteralmente nel nulla. Accadde nell’abitazione della famiglia Memoli a Cappelle, frazione alta di Salerno.

Da allora dei due non si è più saputo nulla. Le indagini, pur partite immediatamente, non hanno portato ad alcun risultato pur minimo su cui poter lavorare per cercare, quantomeno i corpi dei due scomparsi.

Nel 2015 ci fu un nuovo tentativo con la riapertura delle indagini. Gli investigatori erano convinti che la scomparsa della donna fosse strettamente legata alla figura del domestico indiano che pochi giorni prima del 12 luglio aveva denunciato lo smarrimento del passaporto. Secondo gli investigatori Sonu, almeno quattro anni fa, era vivo e che, una volta trovato avrebbe potuto dare spiegazioni su quanto accaduto. In realtà in quattro anni non è stata trovata alcuna prova dell’esistenza in vita del giovane.

Nel corso delle indagini sono state vagliate molte piste, anche quella della tratta di esseri umani e sono stati arrestate delle persone poi rilasciate. Il mistero dunque a distanza di 12 anni resta irrisolto.

 

Sei su Telegram? Per ricevere le notizie in tempo reale è possibile unirsi gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su Facebook e Twitter.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.

Lascia un Commento