Salerno – 10 linee del Cstp ferme di domenica. Gli interventi di Codacons e pensionati Cisl

Sono una decina le linee di trasporto pubblico del Cstp che saranno interrotte di domenica fra la città di Salerno e altre numerose località della provincia per effetto del taglio di 1 milione e 250mila km annui al trasporto extraurbano, deciso dalla Provincia. Un drastico taglio che è la conseguenza della mancata erogazione dei fondi regionali destinati al trasporto. Gli autobus del Cstp di domenica non circoleranno più sulle linee: 4-8-9-10-22-23-24-33-34-38. La linea numero 7 per il collegamento della città capoluogo con Fisciano e quindi l’Università si fermerà alle 19.30. Un duro colpo per l’utenza soprattutto quella che non può contare su mezzi propri per spostarsi. Il Codacons ha già avviato un’azione collettiva a difesa degli utenti presentando nei mesi scorsi un ricorso al Tar contro Regione, Provincia, Comuni e azienda.
Oggi interviene anche il sindacato Fnp Cisl provinciale che parla di scelta gravemente penalizzante per una categoria di cittadini, i pensionati, che sta già pagando gli effetti dell’incremento delle imposte locali, delle tariffe dei servizi, della paralisi del sistema sanitario regionale e che ha particolarmente bisogno di utilizzare il trasporto pubblico per le esigenze quotidiane di mobilità. Il sindacato invita quindi i vertici del CSTP a rivedere il provvedimento, cercando di trovare le economie necessarie per garantire i bus necessari anche la domenica. “Gli studenti, i pensionati, i precari, i disoccupati, i lavoratori, chi vive in periferia, non possono vedere minato il proprio diritto alla mobilità",spiega il segretario provinciale della Fnp Cisl, Giovanni Dell’Isola.

Lascia un Commento