SALERNO – 1° maggio, protesta dei lavoratori allo svincolo di Fratte

Oltre 200 lavoratori del settore edile hanno partecipato al presidio che ieri si è svolto nei pressi dello svincolo autostradale di Fratte a Salerno per iniziativa della Feneal -Uil provinciale. La manifestazione di protesta, che non ha causato disagi agli automobilisti, ha visto la partecipazione del segretario regionale della Uil Anna Rea e del segretario regionale della Feneal – Uil, Luigi Ciancio. “In occasione del Primo maggio abbiamo voluto manifestare tutto il nostro disappunto – ha detto Ciancio – per i fondi sottratti e destinati alla messa in sicurezza del raccordo autostradale Salerno – Avellino”. Ciancio ha annunciato altre manifestazioni contro la carenza di opere che occorrono per dare sviluppo, occupazione e valore aggiunto al fine di attrarre nuovi investimenti. “Ci sarebbe piaciuto che insieme a noi in piazza ci fossero state anche la Cisl e la Cgil in questo giorno importante per tutti i lavoratori, invece abbiamo dovuto celebrare il primo maggio tra polemiche e divisioni”. E’ stato il commento del segretario generale della Uil Campania, Anna Rea, che è stata prima a Salerno e poi a Teano in provincia di Caserta.

Lascia un Commento