SALERNITANA – Ultimo arrivo: ingaggiato Emanuel Ledesma

E’ arrivato in punta di piedi, nelle battute conclusive dell’ultimo giorno di calciomercato ma promette di ritagliarsi un ruolo da protagonista. Ha piedi buoni e determinazione da vendere Emanuel Ledesma, centrocampista italo-argentino con il fiuto del gol. La Salernitana lo ha prelevato in prestito dal Genoa ingaggiandolo dal Queen Park Rangers dove Ledesma era arrivato a luglio e dove si stava anche ben comportando (quattro gol in diciannove partite tra campionato e Coppa). Decimata dalle squalifiche di Pestrin, Coppola – appiedato per tre turni dal giudice sportivo – e Pinna, la Salernitana si presenterà a Frosinone con una formazione rimaneggiata. Chissà che Castori non pensi anche al mancino italo-argentino per far quadrare i conti. Molto dipenderà dalle capacità d’adattamento di Ledesma, dalle condizioni fisiche dell’argentino, anche dal modulo che il tecnico di Tolentino intenderà presentare in campo. Castori dovrà decidere se confermare il modulo con tre attaccanti o se modificarlo alla luce delle assenze dei due cardini della mediana. Nel primo caso, scelte obbligate con Tricarico e Soligo pronti a tornare titolari con Ciaramitaro impiegato in posizione centrale. Confermando il 4-3-3, Castori avrebbe, poi, da sciogliere una volta di più il nodo Di Napoli. Difficile immaginare che l’ex messinese venga impiegato da esterno in una gara esterna per giunta delicatissima o, peggio ancora, possa essere relegato nuovamente in panchina. Bagarre anche per la scelta dei due esterni con Scarpa e Iunco che dovrebbero guardarsi da Emanuele Ledesma uno che, con molta semplicità, puntualizza. “A me piace partire dalla destra e tagliare verso il centro per assistere la prima punta o per concludere in porta”. L’identikit preciso di un esterno da “4-3-3”. Privo di due centrocampisti titolari di un certo spessore, Castori potrebbe però ripresentare una mediana a quattro, magari rinunciando ad uno tra Iunco e Scarpa, inserendo a destra Soligo e giocando in avanti con Di Napoli e Fava.

Lascia un Commento