SALERNITANA – Tra infortuni e squalifiche quale la scelta

In una situazione più confusa che difficile, Castori dovrà trovare la quadratura del cerchio per riuscire a destreggiarsi tra infortuni e squalifiche per mettere in campo una formazione logica ed affidabile. Le certezze, al momento, riguardano le assenze di Fava e Iunco. Il primo è infortunato e starà fuori ancora a lungo, il secondo è squalificato. Marcano visita anche Cannarsa e Peccarisi che sono da considerarsi out dopo la prematura uscita di scena ad Empoli per infortuni muscolari. Da ieri si è  aggregato al gruppo Ciaramitaro, reduce da un periodo di cura svolto a Palermo, e Fusco, che deve convivere con i postumi di una distorsione al ginocchio. Entrambi potrebbero essere disponibili ed il capitano dovrebbe tornare titolare anche perchè in difesa è emergenza piena. Castori dovrà decidere se riportare Kyriazis a destra o se affidarsi alla grinta ed all’esperienza di Russo, confermando il greco al centro in coppia con Fusco (con Cardinale unica alternativa). A sinistra giocherà Marchese. In mediana sono sicuri di una maglia Soligo, Pestrin e Coppola. Il resto dipenderà dalla scelta del modulo. In attacco dovrebbe toccare a Gancia affiancare Di Napoli, Ledesma dovrebbe completare il tridente, Scarpa permettendo. Sembra questo l’unico dubbio da sciogliere, ma l’incognita principale è quella relativa alla condizione psico- fisica con cui la squadra si presenterà sabato all’Arechi. Ci vorrà una Salernitana piena di voglia e coraggio, che abbia gambe e cervello per arrivare ai tre punti. Ci vorrà, insomma, una squadra ben diversa da quella vista nelle ultime partite. Se il ritiro sarà stato la medicina giusta, lo sapremo solo sabato pomeriggio.

Lascia un Commento