SALERNITANA – Se Fragiello sbaglia…

Se Fragiello divora tre nitide palle gol, la colpa della sconfitta della Salernitana a Vicenza è da addebitare a Castori o a chi, ben conoscendo le difficoltà offensive della Salernitana, i problemi di Fava e la limitata tenuta di Arturo Di Napoli, ha pensato bene durante il mercato di gennaio di cedere i dignitosi Turienzo e Gerardi senza portare in dote al club un attaccante discreto? Piuttosto che andare a caccia di improbabili errori tattici, di scelte sbagliate, bisognerebbe, seriamente, analizzare questi problemi, non altri. Se Di Napoli si ferma perchè bloccato dalla febbre e Castori, giustamente, come da più parti auspicato, decide di confermare il modulo tattico esaltato dopo la superprestazione offerta contro il Brescia, è proprio colpa dell’allenatore se Fragiello è l’unica punta centrale in dotazione? Ed in effetti la scelta è risultata giusta, azzeccata, per un’ora abbondante a Vicenza, la Salernitana ha messo alle corde l’avversario, costruendo tre palle gol clamorosamente sciupate dall’ex attaccante di Sorrento e Cassino. Con il senno del poi insomma, non si fa la storia del calcio, troppo facile dopo aver assistito al clamoroso spreco, puntare l’indice contro il marchigiano, e sostenere che sarebbe stato più logico schierare un centrocampista in più, cosa già fatta ad Ancona con risultati disastrosi. Di certo Castori ha le sue colpe, le sue responsabilità, i suoi limiti, ma oggi serve a ben poco enfatizzarli tanto più che la società ha più volte dimostrato con i fatti di non volere e di non poter intervenire.

Lascia un Commento