SALERNITANA – Quale modulo per la prossima sfida contro il Vicenza?

Dopo Nedo Sonetti, un altro ex sulla strada della Salernitana. E se il trainer toscano e il suo Brescia sono ancora in corsa per i play-off, nonostante la sconfitta dell’Arechi, ben altro sono gli obiettivi di Angelo Gregucci e del Vicenza. Il tecnico pugliese aveva cominciato benissimo il campionato allestendo una squadra giovane e sbarazzina, in grado di offrire anche un buon calcio. Il Vicenza a metà stagione era in corsa per un posto nei play-off, ma da gennaio in poi ha imboccato una preoccupante parabola discendente. Domenica Gregucci e la Salernitana, quella che nel giugno del 2005 non era ancora nei pensieri di Lombardi, torneranno ad incrociare i propri destini, e a sfidarsi per un obiettivo comune: la salvezza. Il traguardo che Gregucci non ha mai fallito in serie B e che la Salernitana di Castori non può farsi sfuggire. Proprio il trainer granata in queste ore alle prese con i soliti dubbi di formazione, insistere con la stessa squadra di lunedì sera o cambiare qualcosa? Confermando il modulo sfoggiato contro il Brescia, il 4-2-3-1, Castori sarebbe costretto ad operare una scelta, ovvero scegliere tra Soligo o Coppola, il partner di Pestrin. Volendo invece cambiare registro, modificare qualcosa, il tecnico marchigiano potrebbe trasformare il 4-2-3-1, in un più accorto 4-3-1-2, lasciando Ciaramitaro alle spalle di Iunco e Di Napoli, e completando la riga di centro campo, già forte di Soligo e Pestrin con l’aggiunta di Coppola.

Lascia un Commento