SALERNITANA – L’ultima trovata del presidente Lombardi

Toccherà ad Andrea D’Alessandro, apprezzato medico-sportivo di Nola, somministrare l’aspirina ad un’ammalatissima Salernitana. L’ultima trovata del presidente Lombardi, nel tentativo di trovare una soluzione alla crisi della squadra granata, è quella di ampliare lo staff medico. Andrea D’Alessandro, che ha già in passato ha ricoperto il ruolo di medico sociale della Salernitana, avrà il compito di supervisionare lo stato di salute di Di Napoli e compagni, di fornire le giuste cure, di predisporre un’adeguata dieta ai singoli calciatori! Nel vortice della crisi, reduce dalla quindicesima sconfitta stagionale (primatista del campionato), la terza consecutiva, la società granata, nella persona del massimo dirigente, si arrovella a caccia della soluzione migliore, del giusto rimedio. Impossibilitato per varie ragioni – non ultima quella economica – a decapitare lo staff tecnico (direttore generale e allenatore), Lombardi procede per tentoni. Dopo aver dato il benservito al preparatore atletico Renato Scalpellino a qualche ora di distanza dalla sconfitta casalinga contro il Piacenza, ora è toccato al medico sociale Italo Leo, ridimensionato nel ruolo e nelle competenze. Basterà? Interrogativo che sarà sciolto a breve anche perchè all’orizzonte si profila un trittico di partite di assoluta importanza. Nell’arco di appena nove giorni la Salernitana affronterà Grosseto e Brescia all’Arechi intervallate dalla trasferta di Ancona. In pratica deciderà il suo destino. “E’ un momento importante che dobbiamo affrontare con calma e determinazione – dice il presidente Lombardi – un momento decisivo per la nostra stagione. La società è presente, vigile, chiedo soltanto l’aiuto e la collaborazione di tutti. Con coesione possiamo superare questo momentaccio. Castori? Gode della mia fiducia. Fabiani? Pure”. Anche nel tentativo di ricreare intorno alla squadra che da ieri è in ritiro a Serino, un ambiente caldo e passionale la società granata ha intanto deciso di operare un taglio al prezzo dei biglietti per il settore distinti. La tifoseria granata aveva perorato prezzi popolarissimi, quasi irrisori, al fine di ripopolare l’Arechi in occasione della gara contro il Grosseto. La società ha accolto in parte la richiesta fissando a dieci euro il prezzo d’ingresso ai distinti (cinque euro per le donne 2 euro per gli under 14), lasciando invariati i biglietti per tribuna e Curva Sud. Un’aspirina anche questa!

Lascia un Commento