SALERNITANA – Le verita’ di Lombardi

Archiviata la pratica elettorale, incassata la vittoria di Cirielli a palazzo S. Agostino, Antonio Lombardi avrà finalmente le mani libere e la lingua sciolta per poter esporre in maniera chiara e serena idee e programmi per il futuro della Salernitana.
Il tutto, necessariamente, passerà attraverso la verifica di Murolo che domani sarà al fianco dell’imprenditore di Vallo nell’atteso incontro pubblico in programma al Grand Hotel Salerno.
Chiaro è che al momento il principale problema da risolvere riguarda la situazione debitoria della Salernitana presa in mezzo tra contratti depositati in Lega e contratti d’immagine, situazione non propriamente incoraggiante. Così come non è incoraggiante la posizione debitoria del club granata in relazione all’IRPEF, ai contributi Enpals e Fondi di Fine carriera, poste tristemente note e nuovamente alla ribalta a distanza di quattro anni. E mentre cominciano a muoversi i legali di alcuni tesserati, in particolare Mutti e Coppola, che lamentano la mancata corresponsione di diversi emolumenti, arrivando a minacciare finanche il mancato rilascio delle ricevute liberatorie – condizione fondamentale per l’iscrizione al prossimo campionato – diventa di fondamentale importanza l’annunciato aumento di capitale che servirà, quantomeno a compensare qualche perdita in bilancio.
Di tempo non è che la Salernitana ne abbia molto a disposizione – in verità neanche poco – e sarebbe importante se, al di la di tutto, domani Lombardi più che riproporre l’ormai sterile tesi del complotto cominciasse a fornire garanzie serie a proposito del futuro del club. Ieri il massimo dirigente granata ha provato a rasserenare una delegazione del Centro di Coordinamento Club, domani proverà a fare altrettanto con la restante parte della tifoseria, quella anche più critica nei suoi confronti.

Lascia un Commento