Salernitana, i tifosi tornano allo Stadio Arechi dopo l’incontro con la proprietà

I tifosi della Salernitana sospendono la protesta e tornano allo stadio Arechi domani pomeriggio in occasione della gara contro il Cittadella.

La decisione è arrivata ieri al termine dell’incontro che i gruppi ultras della Curva Sud Siberiano hanno avuto con la proprietà e la dirigenza della Salernitana.

“A Roma, in un giorno lavorativo, non siamo andati in gita di piacere ma – dicono i tifosi – a confrontarci con chi oggi è alla guida della nostra squadra. E ci siamo andati per rappresentare di persona il malcontento dell’intera piazza. Perché la nostra contestazione non poteva né voleva essere fine a se stessa”.

Ai vertici della Società Granata i rappresentanti dei gruppi ultras hanno ricordato tutto ciò che è stato frutto del malcontento e della contestazione. Dai due proprietari della Salernitana c’è stata “un’apertura e l’ammissione di colpa sui risultati, sulle loro assenze, sulle inadempienze rispetto al Centenario”.

I gruppi ultras della Curva Sud Siberiano quindi hanno deciso di tornare allo stadio a sostenere la Salernitana, “non perché ci abbiano convinto le promesse ma perché – tengono a precisare – vogliamo concedere a chi si è fatto carico di questa Storia Centenaria la grande responsabilità che si è assunto, dichiarando di non volere cedere la Società ma di volerla portare a competere dove crediamo di meritare”.

Domani Salernitana-Cittadella si gioca con calcio d’inizio alle 15. Arbitrerà l’incontro il 36enne toscano Niccolò Baroni. Il bilancio degli otto match precedenti della Salernitana arbitrati da Baroni è di sei vittorie, un pareggio e una sola sconfitta. Quest’anno Baroni ha già arbitrato la Salernitana, nel match vinto in extremis contro il Foggia, 1-0 con gol di Vitale al 90’.

La Salernitana in classifica è 13/ma a 35 punti e a sole 5 lunghezze dalla zona play-out. Il Cittadella con 45 punti è nella zona play-off al Settimo posto.  

Lascia un Commento