SALERNITANA – E’ il momento della svolta

Era dallo scorso 4 ottobre che la Salernitana non centrava una vittoria in trasferta. Risaliva alla trasferta di Piacenza l’ultima gioia dei granata prima del vittorioso blitz di Frosinone e sempre da quella partita i granata non centravano un altro importante traguardo: l’inviolabilità della propria porta. Da allora tante sconfitte e tanti gol al passivo. Al Matusa l’attesa inversione di rotta che ha fatto felice la tifoseria, il tecnico, la squadra…i difensori in modo particolare. Stanchi di incassare gol, di salire spesso sul banco degli accusati, Fusco e compagni possono finalmente tirare un sospiro di sollievo. Hanno mantenuto inviolata la porta difesa dall’esordiente Berni, hanno custodito con acume e attenzione il gol realizzato da Fava, addirittura, con lo stesso capitano in “uscita libera” hanno anche propiziato il gol della sicurezza. La salvezza passa soprattutto attraverso la buona tenuta del pacchetto arretrato, lo stesso che aveva offerto un eccellente rendimento in avvio di stagione salvo, poi, crollare in maniera imbarazzante. Coperta da una linea mediana sicuramente più armonica, questo grazie anche al passaggio dai due ai tre centrocampisti centrali, la linea difensiva ha tenuto con profitto e la situazione anche in vista del totale recupero di Peccarisi, giocatore di valore ma bocciato troppo in fretta anche perchè costretto a convivere con un subdolo infortunio, lascia ben sperare. Il tempo degli esami, però, non è ancora finito. Il successo di Frosinone ha ringalluzzito la truppa di Castori ma non ha ancora risolto i problemi di classifica. Rigenerato dal successo di Frosinone ora Castori punta con decisione sul match di sabato contro il Modena per capovolgere la situazione. Vero è che mancherà all’appello Arturo Di Napoli, altrettanto vero, però, che le “ristrettezze” del passato, dopo la rivoluzione di gennaio sono ormai un ricordo almeno a centrocampo e in difesa.

Lascia un Commento