SALERNITANA – Brini prova a tirare su la squadra

La gara di Rimini ha confermato una triste tendenza. Mai in questa stagione la Salernitana, lontano dall’Arechi, è stata capace di rimontare un risultato negativo. Un segnale estremamente negativo per una squadra che non ha più molto tempo a disposizione, molte partite da disputare, per centrare l’obiettivo minimo. Leggera, distratta, a volte anche sfortunata, la Salernitana detiene questo tristissimo primato che ha, di conseguenza, immediate ripercussioni sulla classifica. E all’orizzonte, ora, si profila un altro impegno in trasferta. E che impegno! Perchè dopo aver ciccato il confronto diretto con il Rimini, la squadra di Brini sarà di scena al Tardini di Parma contro una squadra ormai lanciatissima verso il ritorno in serie A. Brini prova a non fasciarsi il capo con largo anticipo pur consapevole delle difficoltà dettate dal valore dell’avversario e dalla delicatezza del momento. Sperando in un provvidenziale aiuto della Dea Bendata, Brini fa il calcolo dei disponibili per l’impegno in programma lunedì sera. Out per problemi fisici Cannarsa, Peccarisi e Iunco, il marchigiano annota anche le assenze degli squalificati Fusco, Russo e Marchese. Sarà ancora una volta la difesa il reparto bisognevole delle maggiori “cure”, forse anche di qualche esperimento come ad esempio l’arretramento di Soligo. Poi ci sarà da scegliere il tandem d’attacco e l’assortimento della mediana. Probabile che il marchigiano, uscendo definitivamente fuori dall’equivoco, decida di puntare definitivamente sul peruviano Merino affiancandogli il ristabilito Fava e modellando sulle caratteristiche dell’inedito “tandem” l’assetto del centrocampo.

Lascia un Commento