Salernitana-Bari, finisce 0-0. Circa 16mila tifosi allo Stadio Arechi

Gemellaggio rinnovato prima della partita, gemellaggio e spettacolo sugli spalti con cori reciproci di stima e amicizia. Salernitana – Bari è stato anche questo.

In campo finisce 0 a 0, quasi 16mila i presenti allo stadio Arechi per assistere a un vero e proprio spareggio per i play off, distanti solamente un punto per le due squadre, entrambe a quota 50.

Nel primo tempo, dopo un insidioso destro di Galano, che manda fuori su punizione, la Salernitana domina la partita: colpo di testa al 6′ di Joao Silva, para Micai. Al 15′ il portoghese riesce anche a segnare di testa su cross di Odjer, ma Ghersini annulla per un presunto fallo di Rosina sul portiere del Bari in uscita. Al 20′ tiro di Minala dalla distanza, respinge Micai: il pallone finisce a Joao Silva che mette in mezzo, Rosina manca la rovesciata. Subito dopo tiro di Coda dalla distanza, ancora Micai respinge, Joao Silva tira a colpo sicuro sulla ribattuta ma un difensore del Bari si immola e mette in angolo. Al 30′ ancora Joao Silva di testa, ancora parata di Micai. Al 38′, sempre di testa, ci prova Coda: palla fuori. Al duplice fischio è 0 a 0.

Nella ripresa la Salernitana tira inizialmente i remi in barca e concede spazio agli ospiti. Al 1′ tiro di Fedele, para Gomis; al 3′ tiro di Furlan, alto; al 7′ Galano semina il panico nella difesa granata e mette in mezzo, il tiro di Macek è ribattuto dalla difesa granata. Al 12′ break della Salernitana. cross di Della Rocca, Coda cicca di testa. Al 15′ ancora Bari: tiro di Macek, para Gomis. Viene quindi fuori nuovamente la Salernitana: al 24′ tiro di Coda, la difesa del Bari mette in angolo; al 36′ colpo di testa di Della Rocca, Micai mette in angolo. Sette i minuti di recupero, viste le sostituzioni e visti i numerosi infortuni che hanno coinvolto i giocatori del Bari, spesso a terra: la Salernitana però non riesce a trovare il goal.

Finisce 0 a 0 allo stadio Arechi: e ora il 1 maggio, in casa, contro il Frosinone, per continuare a rincorrere il sogno play off.

Lascia un Commento