Saldi in Campania, per Confesercenti ci sarà una flessione

La metà dei cittadini campani sfrutterà i saldi invernali che oggi partono in tutta la Regione ed anche nel resto d’Italia, a distanza di pochi giorni dall’avvio che il 2 gennaio c’è stato nella vicina Basilicata.

Secondo le previsioni di Confesercenti Campania, l’adesione ai saldi sarà del 2% in meno rispetto al dato dello scorso anno. Si prevede un forte afflusso nei negozi nei primi giorni di saldi, anche per recuperare qualche regalo di Natale non acquistato.

Secondo l’analisi Confesercenti, ci sarà una flessione nell’acquisto nel corso dei saldi, in linea con la diminuzione di spesa per i regali di Natale, scesi del 7% rispetto al Natale 2017.

Il presidente regionale della Confederazione, Vincenzo Schiavo, ricorda che i saldi in Campania si concluderanno il 5 marzo e in questi due mesi per i consumatori ci sono molte occasioni di acquisti a prezzi scontati. Ma Schiavo evidenzia anche la varietà e la diversificazione degli sconti offerti ai clienti nel corso dell’anno: basti pensare al Black Friday, alle vendite online e alle varie promozioni. Ne consegue che la media di spesa pro capite nei saldi 2019 è di 122 euro.

Lo studio di Confesercenti Campania ha messo inoltre in rilievo che sono 40 i milioni di euro che verranno incassati dalle aziende campane nel periodo dei saldi. Andando ai dati specifici, il 29% degli acquisti sarà destinato al settore delle calzature, il 36% complessivo tra maglieria, vestiti, gonne, il 10% per cappotti e giubbotti, il restante tra beni di lusso e arredamento.


Lascia un Commento