Sala Consilina, sindaco infuriato dopo l’ipotesi di riapertura di due carceri in provincia di Potenza

Super Fibra 1000 Mega Open Fiber

Il sindaco di Sala Consilina è su tutte le furie per una lettera del Ministero della Giustizia circolata in questi giorni in cui si ipotizza la riapertura di due strutture carcerarie in provincia di Potenza, a poca distanza l’una dall’altra chiuse e inutilizzate da circa 30 anni.

 

Un’ipotesi che suona come una beffa per la città di Sala Consilina che si è vista chiudere nell’ottobre del 2015 la locale casa circondariale. Chiusura arrivata dopo la soppressione del Tribunale salese accorpato a quello di Lagonegro.

Il sindaco Francesco Cavallone in una intervista questa mattina a Radio Alfa ricorda la vicenda ed evidenza che per riaprire le due strutture penitenziarie lucane occorrerebbero fra i 6 ed i 7 milioni di euro per ottenere alla fine non più di 70-80 posti.  

Riascolta l’intervista realizzata da Antonella Citro
Francesco Cavallone su vicenda Carcere Sala Consilina

 

Per ricevere le nostre notizie in tempo reale, unisciti gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su FacebookTwitter e Instagram.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.

Super Fibra 1000 Mega Open Fiber
 

Lascia un Commento