Sala C. – Tribunale, ultimo giorno di apertura. Tensione alta al presidio di lotta

Assume toni drammatici la protesta contro la chiusura del tribunale di Sala Consilina giunto oggi al suo ultimo giorno di vita. Oltre la blocco del traffico sulla vicina statale, questa mattina una persona, che fa parte di uno dei comitati di lotta, Michele Chirichella si è cosparso di benzina ed è armato di accendino e taniche di benzina pronto a gesti estremi.

Il Tribunale di Sala Consilina da domani sarà trasferito a quello lucano di Lagonegro, in quanto inserito nell’elenco dei 31 tribunali italiani da sopprimere o accorpare nell’ambito della riforma della geografia giudiziaria approvata dal Governo Monti. Intanto i dipendenti del tribunale hanno già cominciato a preparare i fascicoli da trasferire e dalla Corte d’Appello di Salerno sono giunti dei funzionari per ritirare le auto blu in servizio a Sala Consilina, per evitare che seguano il personale a Lagonegro. Domani mattina, dalle 8, davanti al Palazzo di Giustizia si riunirà il Consiglio Comunale di Sala Consilina in sessione straordinaria, urgente e in seduta pubblica. Per oggi pomeriggio invece tutte le associazioni di categoria e i comitati di lotta cittadini si riuniranno con gli amministratori comunali, alle 15.30, al Palazzo del Comune, per definire insieme ulteriori iniziative d protesta. Tra le forme di lotta si pensa anche ad una serrata di tutte le attività economiche a Sala Consilina e in tutto il Vallo di Diano.

Lascia un Commento