Sala C. – Tribunale, cominciato il trasloco tra decine di poliziotti in assetto antisommossa

Forze dell’ordine in assetto antisommossa sono giunte in forze questa mattina al Tribunale di Sala Consilina per procedere al trasloco del materiale e di tutti i fascicoli alla sede di Lagonegro, così come stabilito dal Ministro della Giustizia con il varo della riforma della geografia giudiziaria. Dal 14 settembre l’accorpamento è operativo nonostante a Lagonegro gli spazi per accogliere il personale e il materiale non siano ancora pronti e, secondo il sindaco di Sala Consilina, avvocati e comitati di lotta, gli spazi non siano idonei e agibili.
Per evitare tafferugli e scontri tra manifestanti e forze dell’ordine il sindaco Gaetano Ferrari ha deciso di consegnare le chiavi del Palazzo di Giustizia e nel frattempo davanti ai cancelli d’ingresso è stata stesa per terra una grossa bandiera tricolore, ma forze dell’ordine e addetti al trasloco hanno individuato un altro ingresso dando il via alle operazioni che comunque dureranno diversi giorni. Il sindaco Ferrari, nel considerare esagerato per una manifestazione di protesta civile il massiccio schieramento di poliziotti, ha detto che oggi è un giorno bruttissimo perché si celebra il funerale del Tribunale salese. Il sindaco ha detto che siamo stati trattati come delinquenti e, con i comitati di lotta, annuncia che la “resistenza sarà civile” e proseguirà per vie legali contro un apparato dello Stato che non rispetta le sue stesse leggi.

Lascia un Commento