Sala C: Sequestrati beni per 2 mln euro ad evasore nel barese

Sequestro di beni sull’asse Sala Consilina-Molfetta ad opera della Guardia di Finanza nei confronti di un imprenditore, amministratore di una società di commercio all’ingrosso di prodotti elettronici. Il sequestro ha riguardato beni per un valore complessivo di circa 2 milioni di euro poiché l’indagato non avrebbe dichiarato almeno 55 milioni di euro di imponibile, ed evaso Iva per 8 milioni di euro. I sigilli hanno interessato quattro fabbricati, un opificio a Sala Consilina, tre automobili, alcune delle quali di grossa cilindrata, e disponibilità bancarie.
Per ostacolare i controlli, l'imprenditore aveva spostato più volte la sede dell'impresa dalla Campania alla Puglia e viceversa. Dagli attuali accertamenti, coordinati dalla Procura della Repubblica di Lagonegro è stato accertato che l'uomo era riuscito ad accumulare un patrimonio per un ammontare di due milioni di euro, sequestrati su provvedimento emesso dal gip del Tribunale di Lagonegro.

 

Lascia un Commento