Sala C. (SA) – Soppressione tribunale, il giudice accoglie il ricorso di legittimità costituzionale

Ha impiegato circa 40minuti il Giudice monocratico Enrichetta Cioffi per dare lettura dell’Ordinanza di accoglimento del ricorso presentato dagli avvocati del Foro di Sala Consilina, Pasquale Gentile e Franco Di Paola, in merito alla questione di legittimità costituzionale relativa alla soppressione del Tribunale di Sala Consilina, inserito nel decreto di revisione della geografia giudiziaria a firma del Ministro di giustizia Paola Severino.
Una notizia accolta con un fragoroso applauso da parte dei tanti avvocati del Consiglio dell’Ordine forense presenti all’udienza, tra cui l’avvocato anziano dell’Ordine, Antonio Rienzo, richiamato all’ordine dallo stesso Giudice. Insomma si apre un nuovo spiraglio per la sopravvivenza dello storico tribunale salese, soppresso ed accorpato con il tribunale di Lagonegro, in Basilicata fuori regione e fuori dal territorio di competenza della corte d’Appello di Salerno.
La stessa Ordinanza, su disposizione del Giudice sarà notificata al Presidente del Consiglio dei ministri e, rispettivamente, ai Presidenti di Camera e Senato. 
Insomma una nuova pagina per la storia del glorioso tribunale di Sala Consilina che ora dovrà attendere la pronuncia di accogliemmo da parte della Corte Costituzionale che, attesa la rilevanza del procedimento penale in corso di dibattimento, causa del ricorso esposto da Gentile e Di Paola, dovrebbe pronunciarsi nel merito, nell’arco di pochissimo tempo.
Molto sentito anche il commento del Procuratore della Repubblica, presso il Tribunale di Sala Consilina, Amato Barile: "molto articolata ed importante la decisione assunta dal Giudice Gioffi. Certo oggi non cambia nulla, noi continueremo a lavorare come sempre sino a fine agosto, in attesa che quando previsto per legge si attui, però ora si apre una nuova vicenda che comunque fa sperare di poter salvare questo importante presidio giudiziario".

Lascia un Commento