Sala C. (SA) – Cresce il rischio di soppressione del Tribunale

Sale nuovamente la preoccupazione per la sorte del Tribunale di Sala Consilina dopo la notizia della revoca da parte del Csm della nomina di due magistrati destinati alla sede salese. Ieri sera animata riunione a Sala Consilina fra i sindaci ed esponenti politici del territorio per decidere ulteriori iniziative a difesa del Tribunale. Qualche sindaco, fra cui quelli di Teggiano e di Sanza hanno proposto clamorose proteste come l’occupazione dell’Autostrada Salerno-Reggio Calabria e le dimissioni di tutti i sindaci del territorio. C’è chi propone una marcia di protesta a Roma per avere un incontro con il presidente della Repubblica e iniziative di tipo politico per poter interloquire con il nuovo ministro della Giustizia. Intanto gli avvocati del Foro di Sala Consilina proseguono l’astensione dalle udienze in atto da ottobre.

Lascia un Commento